Fake news, post-verità, fact checking, debunking.

Sono solo alcuni dei termini entrati recentemente nel vocabolario collettivo per indicare la crisi del sistema tradizionale dell’informazione. I processi di diffusione delle nuove tecnologie stanno modificando numerosi ambienti della vita quotidiana e professionale. In particolare, il giornalismo deve riadattare le sue routine produttive e ridefinire i rapporti con le fonti e con il pubblico in un ecosistema mediale ibrido caratterizzato da meccanismi di disintermediazione sempre più diffusi.
Se ne discuterà con gli autori durante il workshop sul numero monografico della rivista “Problemi dell’informazione” dedicato a “Il lavoro giornalistico e la moltiplicazione degli ambienti comunicativi”.

L’appuntamento è per martedì 9 maggio presso il Polo Piagge del Dipartimento di Scienze Politiche.
Contatti: roberta bracciale. Tutti i dettagli qui.

Annunci